Palermo | 22/09/2017 | 06:38:39
Pagina Facebook Pagina Youtube Google Plus Google Plus
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus
Fondato dal Beato Giuseppe Puglisi il 16 luglio 1991. Eretto in ente morale con D.M. del 22.09.1999
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus

Light in Brancaccio. La Soprintendenza nega l’autorizzazione a proiettare sulla facciata del Castello un Video Mapping realizzato da 4 artisti palermitani

La “Festa di Luci” che doveva illuminare Brancaccio dovrà rinunciare al Castello di Maredolce

data articolo 09/09/2017 autore Maurizio Artale categoria articolo COMUNICATI
 
torna indietro
Light in Brancaccio. La Soprintendenza nega l’autorizzazione a proiettare sulla facciata del Castello un Video Mapping realizzato da 4 artisti palermitani

Le Associazioni firmatarie di questo comunicato, domani dovevano dare vita a Brancaccio ad una "Festa di Luci" illuminando dei luoghi simbolo di Brancaccio per portare un po' di luce in uno dei quartieri più problematici di Palermo, un quartiere che è salito agli onori della ribalta perché, 24 anni fa, la mafia vi uccise il Beato Giuseppe Puglisi.
Un quartiere che ancora oggi risulta essere una delle roccaforti della mafia, nonostante gli ultimi 34 arresti avvenuti circa un mese fa. Ancora una volta, l'istituzione "Soprintendenza BB CC AA" consegna all'oblio del buio e del silenzio un monumento di Brancaccio il Castello di Maredolce. Lo fa negando l’autorizzazione a proiettare sulla facciata del Castello un Video Mapping realizzato da 4 artisti palermitani.

Il 23/03/2017 avevamo chiesto tramite il Comune di Palermo, l'autorizzazione a proiettare il video mapping sulla facciata del Castello ma solo oggi, 08/09/17 ore 14.05, dopo una nostra sollecitazione perentoria di ieri, ci rispondono a 24 ore di distanza dall'evento, che non ci è concessa l’autorizzazione.
Sino a quando in questa terra non potrà attecchire ne erba ne lavoro come dicevano gli antichi? (Cà un crisci ne erba ne lavuru).
Sino a quando verrà mortificata la creatività, l’impegno e le iniziative dei privati, singoli cittadini e associazioni che vogliono rendere vivibile un quartiere ed una città che si è macchiata di aver assistito impassibile ai tanti omicidi dei suoi figli migliori?
Sino a quando i "reucci" a capo dei vari dipartimenti, di branche della "Cosa pubblica" faranno il bello e cattivo tempo?

Il progetto Light in Brancaccio è vincitore di un Bando Nazionale e finanziato dalla SIAE. Esso è inserito nelle iniziative che stanno ricordando il martirio del Beato Giuseppe Puglisi avvenuto 24 anni fa, ha ricevuto il patrocinio dell’Università di Palermo e del Comune di Palermo, l’unica macchia nera che rimarrà a Brancaccio sarà il rifiuto della Soprintendenza.

Ma noi vogliamo gettare un po di luce su questa macchia nera, su questo punto scuro, su questa decisione oltraggiosa che offende la memoria dei martire e l’opera dei vivi che ne fanno memoria.
Per questo vi chiediamo di recarci il 09/09/2017 alle ore 21.00 tutti davanti il Castello di Maredolce dove vi verrà consegnata una fiaccola che terremo accesa per contrastare il buio dell’istituzione Soprintendenza Al BB CC AA.

Un Cantastorie palermitano Salvo Piparo, in un suo cuntu su Padre Pino Puglisi dice: “ Don Pino un ti preoccupare, l’aima o nemucu un cia rugnu”. Non temere don Pino, non venderemo la nostra anima al nemico. Sino a quando uno di noi sarà vivo e terrà accesa una torcia, il Buio a Brancaccio, non prevarrà.

LE PAROLE DI MAURIZIO ARTALE SULLA MANCATA AUTORIZZAZIONE DA PARTE DELLA SOPRINTENDENZA

ALLEGATI

allegatoRichiesta al Comune di Palermo [6]

allegatoRichiesta di autorizzazione alla Soprintendenza per proiezione su Castello di Maredolce [5]

allegatoRisposta da parte della Soprintendenza [11]

allegatoRiscontro Centro di Accoglienza Padre Nostro alla comunicazione da parte della Soprintendenza [7]

tag concorso tag video mapping tag light in brancaccio segnala pagina Segnala commenta articolo
Commenta
galleria fotografica GALLERIA FOTOGRAFICA
       

ARTICOLI CORRELATI
articolo correlato Maurizio Artale manifesta il suo dissenso per la mancata autorizzazione da parte della Soprintendenza a proiettare un video mapping nel prospetto del Castello di Maredolce
«Ogni volta che cerchiamo di fare qualcosa a Brancaccio, c'è sempre un problema»
10/09/2017
articolo correlato Progetto di videomapping per illuminare Brancaccio. Il catanese Giuseppe Cavallaro tra i quattro giovani artisti
L’iniziativa. Il 9 settembre suoni, colori, effetti speciali accenderanno in contemporanea i monumenti del patrimonio arabo normanno nel quartiere di Palermo
28/08/2017
articolo correlato Brancaccio si illumina. Pennellate di luce raccontano i monumenti "segreti" del quartiere
Ecco il concorso di video mapping per giovani artisti
03/05/2017