Palermo | 29/10/2020 | 23:45:05
Pagina Facebook Pagina Youtube Google Plus
Centro di Accoglienza Padre Nostro - ETS
Fondato dal Beato Giuseppe Puglisi il 16 luglio 1991. Eretto in ente morale con D.M. del 22.09.1999
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus

Giornale Cittadino Press. Rubrica 'Parliamone...' Puntata su Brancaccio e padre Puglisi

Intervengono Maurizio Artale, presidente del Centro Padre Nostro fondato dal Beato Puglisi, e Antonio Tomaselli, ex presidente della II circoscrizione di Palermo

data articolo 14/10/2020 autore Roberto La Barbera categoria articolo INTERVENTI
 
torna indietro

Mercoledì 14 ottobre, alle ore 18, è andata in onda sul canale youtube del Giornale Cittadino Press la puntata della rubrica "Parliamone...", dedicata al quartiere Brancaccio e al ricordo della figura del Beato Puglisi dal titolo "Brancaccio: nel ricordo di Padre Puglisi, tra riqualificazione e legalità". Ospiti della trasmissione condotta da Davide La Cara sono stati Maurizio Artale, presidente del Centro di Accoglienza Padre Nostro fondato dal Beato Giuseppe Puglisi, e Antonio Tomaselli, amministratore unico di Palermo Energia ed ex presidente della II Circoscrizione del Comune di Palermo.

Maurizio Artale è intervenuto descrivendo le attività e i servizi primari che oggi il Centro Padre Nostro mette a disposizione dei bisognosi: proprio quest'anno è stata inaugurata la struttura di accoglienza per minori a Termini Imerese, un micronido nel quartiere Guadagna di Palermo, il Centro Antiviolenza per donne vittime di abusi e maltrattamenti, il servizio di pronto soccorso sociale e la possibilità di far scontare la pena al Centro ai detenuti in esecuzione penale esterna; a questo si aggiungono le attività del doposcuola per i minori, le attività rivolte al gruppo adolescenti e al gruppo anziani.

Con l'intervento di Tomaselli è emerso il ricordo di anni di collaborazione in sinergia con il Centro di Accoglienza Padre Nostro, le lotte e gli interventi per togliere il quartiere dal degrado, cercare di attivare quanti più servizi possibili per dare un segnale alla gente del quartiere, evitando qualsiasi forma di ghettizzazione. Da qui l'importanza della nascita del Centro Polivalente Sportivo, la musealizzazione della casa museo del Beato Puglisi e tanti altri servizi. Tomaselli ha rimarcato l'importanza della presenza delle Istituzioni in un territorio di periferia come Brancaccio, in cui il Centro Padre Nostro è stato e continua ad essere fondamentale, ma non può bastare a portare a termine i grandi progetti di cui il Comune e le Istituzioni in genere dovrebbero farsi carico, quanto meno fare la loro parte.

Proprio la presenza delle Istituzioni - ha detto Artale - "è quella che spesso viene a mancare per poter dare un segnale forte alla gente di Brancaccio e della città. Tanti sono i progetti in ballo che mirano alla crescita del territorio, tra cui: l'asilo nido, la piazza, che rappresenta un luogo di aggregazione, di sviluppo e di collegamento con il resto della città e con il futuro centro parrocchiale dedicato al Beato Giuseppe Puglisi. Purtroppo, si è sempre costretti a lunghe battaglie burocratiche e, quando si presenta un'opportunita come quella del Recovery Fund, Brancaccio e i progetti definitivi che il Centro Padre Nostro ha consegnato nella mani delle Istituzioni, che necessitano solo di essere resi esecutivi, vengono riposti nel dimenticatoio".

Alla fine di questa puntata, dopo le riflessioni da parte dei due ospiti, è semplicemente emerso che Brancaccio ha bisogno che ognuno faccia la propria parte, proprio come ci ha insegnato Puglisi, figura di riferimento della trasmissione: «e se ognuno da qualcosa, allora si può fare molto...».

tag giornale cittadino press tag parliamone tag padre pino puglisi segnala pagina Segnala commenta articolo
Commenta