Palermo | 09/08/2022 | 12:12:16
Pagina Facebook Pagina Youtube Instagram Google Plus
Centro di Accoglienza Padre Nostro - Onlus
Fondato dal Beato Giuseppe Puglisi il 16 luglio 1991. Eretto in ente morale con D.M. del 22.09.1999
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus

Il raid al Centro Padre Nostro. Arriva la videosorveglianza

Il prefetto subito sul posto dopo l’ennesimo danneggiamento. Pure il sindaco assicura: "Estenderemo il sistema delle riprese"

data articolo 25/01/2022 autore Giornale di Sicilia categoria articolo RASSEGNA
 
torna indietro
Il raid al Centro Padre Nostro. Arriva la videosorveglianza
Articolo del Giornale di Sicilia del 25 gennaio 2022

Lo sfogo del presidente Artale: con i controlli ci risentiamo più sicuri

Un sistema di videosorveglianza con telecamere che possano fare da deterrente contro gl atti vandalici al Centro Padre Nostro e a tutto il territorio. È questa la promessa che il prefetto Giuseppe Forlani, ha fatto ieri, dopo la visita a Brancaccio e dopo l’ennesimo raid vandalico. È andato di persona, accompagnato dal generale dei carabinieri Giuseppe De Liso, a vedere lo stato dei luoghi e ad ascoltare soprattutto l’amarezza e lo sconforto di chi in quel territorio si batte ogni giorno per affermare la legalità. E subito gli fa eco il sindaco:” Ho già disposto l’estensione del sistema di videosorveglianza e la collocazione dei necessari apparati a tutela del luogo che è presidio di legalità e memoria”, dice Leoluca Orlando.

Non erano trascorsi neanche 15 giorni da quando ignoti hanno fatto irruzione in una sede del Centro di Accoglienza Padre Nostro, precisamente il Centro Antiviolenza Beato Giuseppe Puglisi di via San Ciro, dove con un masso hanno sfondato il vetro della porta, e ora viene vandalizzata la foto installata a piazzetta Beato Giuseppe Puglisi. La foto ritrae il giorno della visita di Papa Francesco e di monsignor Corrado Lorefice alla Casa di don Pino. “Sono stati presi di mira 4 pannelli, foto che compongono la mostra di quella storica visita di Papa Francesco in occasione del XXV anniversario del martirio del Beato-dice il presidente del Centro, Maurizio Artale-. Un altro brutto segnale, un gesto che sa di sfida e che vuole dimostrare che quando vogliono, agiscono in maniera indisturbata. Su 40 irruzioni al Centro in 8 anni, infatti, non è mai stato individuato né punito nessuno. Con le telecamere ci sentiremmo tutti più al sicuro”.

In accordo con il prefetto anche il vicesindaco, Fabio Giambrone, ora al lavoro per fare istallare le telecamere nella piazzetta. “Nell’ultimo mese abbiamo ricevuto due amare sorprese -dice ancora Artale- in un momento n cui a Brancaccio ci sono stati arresti a Brancaccio da parte dei carabinieri. Qui molti ci chiamano “sbirri” perché siamo dalla parte della giustizia e della legalità sempre e ci associano alle forze dell’ordine. Questi atti vandalici probabilmente sono la loro risposta”.

Parla anche a nome dei suoi volontari, Artale, di tutti coloro che spendono il loro tempo nella costruzione di un mondo migliore, di coloro che danno assistenza ai più fragili e indicano la strada da percorrere a giovani ma è la voce anche delle tante famiglie che nel Centro vedono un punto di riferimento e un rifugio aperto e accogliente sempre. “ Non fatevi sentire soli nella lotta alla criminalità, ci sono persone qui che da 29 anni continuano l’opera del Beato Giuseppe Puglisi -conclude Artale-. Nessuno di questi atti intimidatori e minacce ci hanno mai fatto sentire orfani, perché Padre Pino Puglisi, sempre con noi, ma servono atti concreti di solidarietà e testimonianza da parte delle istituzioni della città”. “L’ennesimo raid -insiste Orlando- è un attacco a tutta la città e ai suoi valori di legalità, giustizia, integrazione e accoglienza. Un gesto intollerabile”. “E’ la conferma -aggiunge Davide Faraone, senatore di Italia Viva- che la “creatura” voluta dal Beato don Pino Puglisi con il progetto di affermare la cultura della legalità continua a spaventare”.

di Anna Cane

tag atti vandalici tag gennaio 2022 tag p.tta beato padre pino puglisi segnala pagina Segnala commenta articolo
Commenta
       

ARTICOLI CORRELATI
articolo correlato Il Questore di Palermo Dr. Leopoldo Laricchia al Centro di Accoglienza Padre Nostro dopo i recenti atti vandalici

28/01/2022
articolo correlato Il Prefetto di Palermo S.E. Giuseppe Forlani a piazzetta Beato Padre Pino Puglisi dopo l'ultimo atto vandalico ai danni della mostra fotografica permanente in ricordo visita del Papa a Palermo
Presente anche il Generale dell’Arma dei Carabinieri Giuseppe De Liso
25/01/2022
articolo correlato A distanza di un mese e di ben due atti vandalici colpito ancora il Centro di Accoglienza Padre Nostro. Vandalizzati altri 4 pannelli fotografici della mostra permanente di piazzetta Beato Giuseppe Puglisi
La legalità che genera sofferenza
23/01/2022